ForlaniniToday

Via Dione Cassio, Granelli: "Tra un mese sgomberiamo i rom"

Arriva la promessa dell'assessore: nel frattempo la proprietà si impegnerà a mettere l'area in sicurezza e le forze dell'ordine presidieranno il quartiere

Un'immagine dell'insediamento di via Dione Cassio

Ci sono novità sul campo rom di via Dione Cassio, che dall'estate 2012 fa esasperare i cittadini che lavorano e vivono nel quartiere Salomone-Ungheria. E le novità arrivano direttamente dall'assessore Marco Granelli, che il 3 dicembre ha scritto una lettera (indirizzata a questore, prefetto e varie autorità) per informare tutti delle mosse dell'amministrazione.

Il 26 novembre, scrive Granelli, il settore ambiente del comune ha emesso un'ordinanza nei confronti della proprietà, dando 30 giorni di tempo per provvedere a mettere l'area in sicurezza e far fronte agli inconvenienti igienico-sanitari che sono stati riscontrati da tecnici dell'Asl e dalla polizia locale. Saranno comunque interventi concordati con l'amministrazione, che - si legge sempre nella lettera di Granelli - si è impegnata a "effettuare l'allontanamento delle persone che al termine di questo percorso risulteranno ancora occupanti abusivi".

Una promessa quindi: tra un mese ci sarà lo sgombero. Intanto - in accordo col questore - le forze dell'ordine presidieranno la zona per prevenire eventuali reati. Non resta che vedere se la situazione, in quest'arco di tempo, migliorerà.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, la metro cresce ancora: dal governo arrivano i soldi per prolungare la linea rossa

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

Torna su
MilanoToday è in caricamento