ForlaniniToday

Droga, avevano creato un'impresa dello spaccio: in manette 2 minori

I protagonisti della vicenda, un 15enne e un 17enne, reinvestivano i proventi delle vendite di hashish e marijuana nell'acquisto di altra droga ed avevano creato un fatturato di 10mila euro all'anno. Sono stati rinchiusi nel carcere minorile di Beccaria

Erano diventati dei veri e propri professionisti dello spaccio di droga ma questa mattina sono stati arrestati dalla polizia. Si tratta di due minorenni, un 15enne e un 17enne che avevano  fatto dello spaccio scolastico un business di alto livello. I due infatti non si limitavano a spacciare occasionalmente piccole quantità di hashish e marijuana ai compagni, come avviene con una certa frequenza nelle scuole superiori, ma avevano organizzato una specie di attività imprenditoriale con un fatturato da poco meno di 10 mila euro al mese, i cui guadagni poi (circa duemila euro al mese a testa) non venivano spesi in vestiti o locali ma reinvestiti sistematicamente nell'acquisto di stupefacenti.

Un'attività che, come hanno raccontato gli investigatori del commissariato Centro, ancora non mostrava collegamenti con la criminalità locale ma che però aveva un nutrito giro di clienti, composto non solo dai compagni di scuola ma anche dai loro amici. I compagni di scuola ricevevano la droga durante la ricreazione mentre gli amici nel condominio, in via Anfossi, in cui viveva il più piccolo. Lì i poliziotti hanno trovato e sequestrato 500 grammi di marijuana. Quest'ultima, per stessa ammissione dei 2 ragazzini imprenditori, veniva acquistata a 9-10 euro al grammo e rivenduta a 13-14. E l'utile veniva sempre reinvestito, a parte qualche centinaio di euro "per le spese". Sgomenti i genitori di entrambi, che non si erano accorti dell'attività impiantata dai figli e nemmeno della florida disponibilità economica, tanto che continuavano a versare loro la paghetta mensile. Ora i due si trovano rinchiusi al carcere minorile Beccaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i contagiati in Lombardia sono 112. Positivo anche un medico del Policlinico

Torna su
MilanoToday è in caricamento