ForlaniniToday

Chiude il Thini Cafè, il locale delle gang sudamericane

Sospesa per 6 mesi la licenza del Thini, il locale delle gang sudamericane. Due episodi grave da maggio ad oggi e una serie di risse per tutto l’inverno. Ora i gestori hanno 5 giorni di tempo per presentare ricorso

Il questore di Milano Vincenzo Adinolfi ha disposto la sospensione della licenza per sei mesi ai gestori del Thini Caffè, il locale di Via Brembo frequentato in prevalenza da sudamericani.

Il locale è da diverso tempo al centro delle cronache cittadine, ed è spesso luogo di incontro/scontro di bande di sudamericani.

Giusto domenica scorsa fuori dal locale è stato accoltellato il “Rey, ovvero il capo, dei New York, una delle bande rivali. Poche ore dopo la polizia ha arrestato i responsabili: due sudamericani appartenenti alla banda rivale, i “Chiacago”.

Il 23 maggio scorso invece, proprio fuori dal locale, quattro giovani ragazze minorenni sono state stordite con alcol e droga e stuprate da due uomini anche loro di origini sudamericane.

Solo lo scorso inverno i proprietari del Thini sono stati coinvolti personalmente in tre risse. Per tutta questa serie di episodi il questore ha deciso la sospensione temporanea della licenza.

I gestori del locale hanno 5 giorni di tempo per presentare ricorso contro questa disposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento