ForlaniniToday

Latin King: “Vogliamo vivere senza violenza e nella legalità”

I Latin King hanno tenuto una commemorazione per la morte di Betancourt. “Vogliamo vivere senza violenza e siamo contro l’illegalità” hanno dichiarato. Presenti al presidio anche i familiari del ragazzo ucciso

Ieri pomeriggio si è tenuto a Milano un presidio in memoria di David Stenio Betancourt Noboa, “El rey”, l’ecudoriano di 26 anni ucciso un mese fa in una guerra tra bande sudamericane. Il ragazzo era a capo dei Latin King, una banda di sudamericani cittadina.

Alcuni giovani che partecipavano all’evento, hanno dichiarato: “La nostra speranza è vivere senza violenza: anche se siamo gruppi di strada, siamo contrari alla illegalità”. Tra le persone radunatesi per la commemorazione anche il padre, la madre, il fratello e la sorella della vittima.

La famiglia ha sottolineato che “Ci sono due giustizie, quella di Dio e quella degli uomini e noi non vogliamo sostituirci a nessuna delle due”.

La morte di David e una serie di altri episodi violenti, verificatisi in zona Piazzale Lodi, hanno fatto emergere a Milano il fenomeno delle bande sudamericane, gruppi rivali agguerriti che nascono molto probabilmente dalla difficoltà delle culture straniere di trovare una loro identità sul nostro territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, la metro cresce ancora: dal governo arrivano i soldi per prolungare la linea rossa

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

Torna su
MilanoToday è in caricamento