ForlaniniToday

Scippano una donna, arrestati due rapinatori 18enni a Milano: "Mi servono soldi per l'eroina"

I due, milanesi e incensurati, sono stati fermati dai carabinieri. Uno si è giustificato così

Nessun precedente alle spalle. Mai nessun problema con la giustizia. Eppure, in un attimo, si sono trasformati entrambi in ladri. E il perché, soltanto dopo, lo ha spiegato uno di loro. 

Due ragazzi - entrambi milanesi ed entrambi 18enni incensurati - sono stati arrestati lunedì pomeriggio dai carabinieri dopo aver scippato una donna di trentasette anni del suo cellulare. Il blitz è avvenuto in viale Umbria, proprio sotto gli occhi di un finanziere libero dal servizio, che ha dato l'allarme e ha continuato a tenere d'occhio i due. 

I giovanissimi, residenti in città, sono stati subito raggiunti dai carabinieri, che li hanno bloccati poco lontano dal luogo del furto. Quando i militari - anche loro sorpresi da quei due "insospettabili" - gli hanno chiesto il perché di quello scippo, uno dei ragazzi ha ammesso di avere un problema con la droga. 

Da qualche mese, ha confessato il 18enne, ha iniziato ad assumere eroina e così quel telefono rubato gli sarebbe servito per trovare i soldi per la droga. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i contagiati in Lombardia sono 112. Positivo anche un medico del Policlinico

Torna su
MilanoToday è in caricamento