ForlaniniToday

Milano, aggredita e picchiata per strada dal marito: "È mia moglie, so io cosa devo fare"

È successo nella tarda mattinata di giovedì 11 luglio in viale Umbria

Immagine repertorio

L'ha aspettata per strada mentre rincasava, poi l'ha aggredita. Calci e pugni fino a farla stramazzare al suolo. E ai passanti che hanno cercato di fermarlo e allontanarlo dalla 32enne ha detto senza mezzi termini: "È mia moglie, non mi rompete il cazzo! So io quello che devo fare!". L'epilogo? Le manette con l'accusa di reati persecutori. È successo nella tarda mattinata di giovedì 11 luglio in viale Umbria a Milano, nei guai un uomo di 31 anni.

Tutto è accaduto intorno alle 11.20, come riportato dall'azienda regionale di emergenza urgenza. Sul posto, oltre ai poliziotti della Questura, sono intervenuti i sanitari del 118; la 32enne è stata medicata dai sanitari ma ha rifiutato di essere trasportata al pronto soccorso per accertamenti.

Non sarebbe la prima volta. La donna ha raccontato di essere stata aggredita e minacciata in altre due circostanze dal 31enne che aveva sposato nell'agosto del 2018, fatti denunciati alle forze dell'ordine. Nei mesi scorsi, inoltre, aveva deciso di lasciarlo e aveva avviato le pratiche per la separazione. Il 31enne, già noto alle forze di polizia, è stato processato per direttissima dal tribunale di Milano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento