ForlaniniToday

Milano, ragazzo si sente male nel "Bosco della droga": portato all'ospedale in codice rosso

È successo nella serata di martedì. Domenica pomeriggio un uomo era stato ucciso da un malore

Immagine repertorio

Un ragazzo di 21 anni è stato accompagnato in codice rosso al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo di Milano dopo essersi stato colpito da un malore nei pressi del "Bosco della droga" di Rogoredo, in via Sant'Arialdo a Milano.

Tutto è accaduto un attimo dopo le 19.30, come riportato dall'azienda regionale di emergenza urgenza. Ad allertare i soccorsi, come riferito dalla questura, è stato un passante che ha fermato una volante della polizia di passaggio. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 a sirene spiegate e il giovane — privo di conoscenza, come riportato dall'Areu — è stato accompagnato d'urgenza al San Paolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il momento non è ancora chiaro cosa abbia causato il malore. Nel pomeriggio di domenica un uomo di 50 anni era stato ucciso da un malore (probabilmente dovuto a un'overdose), sempre all'interno del bosco della droga. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento